Il Regolamento

Warranty Consortium

L'osservanza del presente Regolamento è obbligatoria per tutti i consorziati e stabilisce le norme per il funzionamento del Consorzio stesso.

Premessa

Il Consorzio “Warranty Consortium” di seguito denominato WCons è un Consorzio d’imprenditori; un'aggregazione volontaria che coordina e regola alcune iniziative comuni.

  • Il Consorzio si prefigge di promuovere la strategia che punta alla conservazione del valore economico dei prodotti nel tempo.
  • Spesso aumentare il ciclo vitale dei prodotti crea un nuovo valore aggiunto che rende molto competitivi i prodotti di qualità.
  • Per rendere concreto questo modello, il Consorzio promuove strumenti, che ufficializzano e tutelano la vita utile dei prodotti, con il supporto della mutualità tra Consorziati.
  • L’accettazione di questa strategia è la prerogativa principale richiesta ai Consorziati.


Che cosa si prefigge il Consorzio

Di erogare servizi di assistenza e consulenza tecnica alle imprese consorziate, definendo e applicando procedure di stimolo della qualità dei prodotti manifatturieri.

Di realizzare studi e ricerche finalizzate a creare prodotti e metodologie in sintonia con le nuove esigenze del mercato.


Scopo del Consorzio

Il Consorzio si propone di creare e promuovere un sistema di garanzia dei prodotti manifatturieri, multisettoriali dei consorziati al fine di allungarne la vita utile per l’utilizzatore.

La conservazione nel tempo delle caratteristiche iniziali del prodotto, aumenta il suo valore economico e facilita la sua commercializzazione.

Il Consorzio è retto dal principio mutualistico, il quale permette di garantire i prodotti dei Consorziati con il minimo rischio economico per il singolo, consentendo di aumentare il più possibile le garanzie rilasciate.

Il Consorzio si adopera nei tempi necessari a rilasciare a ogni Consorziato una Classe Unica di Merito (CUM) che permetta di dare garanzie sulla qualità dei prodotti attraverso una copertura economica su i rischi dei difetti di fabbrica.

Il Consorzio si prefigge di far percepire la strategica importanza della conservazione delle caratteristiche del prodotto nel tempo, adoperandosi a creare un “valore economico della qualità”, attivandosi anche con modalità di tipo "assicurativo" nell'estensione dei tempi di durata della garanzia rilasciata ai clienti finali.

Grazie alla ripartizione del rischio, derivante dall’utilizzo del sistema mutualistico, il Consorzio può partecipare alla condivisione degli oneri dei propri Consorziati, sugli eventuali costi d’intervento rigenerativo sui prodotti venduti.


Regole del Consorzio

Il Consorzio è retto, oltre che dalle disposizioni dell’Atto Costitutivo e dello Statuto, dal presente Regolamento che vincola tutti i consorziati e forma parte integrante del contratto consortile.

Art. 1 - Documenti di ammissione

Le domande di ammissione al Consorzio dovranno essere inoltrate all’organo amministrativo come previsto dall’art. 5 dello Statuto Sociale a mezzo modulo di adesione al Consorzio e previa accettazione e presa visione di:

  • Norme statutarie, del presente Regolamento Interno e del Codice Etico;
  • Allegati A e B al presente regolamento;
  • Privacy.
Il modulo di adesione ed i documenti sopra citati, sono accessibili sul sito internet del Consorzio

La domanda di ammissione dovrà essere corredata dalla seguente documentazione:

  • Copia documento attribuzione partita Iva (o documento equivalente);
  • Copia documento d’identità valido del legale rappresentante;
  • Copia valida della visura camerale ordinaria dell’Impresa;
  • Estratto del mandato di nomina del legale rappresentante come da delibera del proprio Consiglio di Amministrazione.


Art. 2 - Procedura di ammissione
  • L’impresa che intende entrare a far parte del Consorzio deve presentare richiesta scritta indirizzata all’organo amministrativo (su apposito modulo compilato in ogni sua parte) e corredata da firma autografa del proprio legale rappresentate.
  • L’ammissione è condizionata al superamento di una fase istruttoria finalizzata a verificare l’esistenza, in capo all’impresa richiedente, dei requisiti minimi indispensabili ai fini della sua ammissione, ed a insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo.
  • Per l’attivazione della fase istruttoria, l’impresa richiedente dovrà versare un contributo determinato in euro 305,00 (trecentocinque/00) pari a 250,00 + IVA ove dovuta ai sensi di legge; sia in caso di esito positivo, sia in caso di esito negativo dell’istruttoria d’ammissione, il contributo non sarà restituito.
  • In caso di esito positivo, l’accoglimento della domanda di adesione sarà comunicato all’Impresa richiedente su apposito modulo a mezzo raccomandata A.R. (oppure a mezzo PEC).


Art. 2.1 - Procedura di adesione

In seguito alla comunicazione dell’esito positivo della domanda d'ammissione, l'Impresa dovrà compiere un unico versamento della propria quota di adesione al Fondo Consortile, determinata in euro 2.500,00 (duemilacinquecento/00) non soggetta ad IVA ai sensi dell’art. 5 dello Statuto, e delle spese amministrative determinate annualmente dal Consiglio Direttivo, nelle modalità di cui all’articolo successivo.


Art. 2.2 - Procedura di contribuzione
  • L’Impresa contribuisce alle spese del Consorzio eseguendo un versamento mensile tramite R.I.D. bancario, entro 5 giorni dalla data di inizio del mese di competenza.
  • Il primo pagamento dovrà essere eseguito entro il giorno 5 del mese successivo al versamento della quota sociale, ma in ogni caso non prima che siano trascorsi 30 giorni dal suddetto versamento.
  • L’ammontare è stabilito di anno in anno secondo quanto esposto nell’allegato


Art. 2.3 - Norme d’attuazione

  • Dalle ore 24 del giorno di avvenuto versamento di cui all’art. 2.1, come riportato nella data della contabile, avrà effetto l’iscrizione al Consorzio e con esso decorrerà la possibilità di fruire dei servizi di base erogati dallo stesso, indicati all’art. 3.
  • Entro 30 giorni dall’avvenuta ammissione, il Consorziato è tenuto a fornire al Consiglio Direttivo il certificato d'iscrizione alla C.C.I.A.A. storico con elenco protesti e dicitura antimafia, in corso di validità.
  • Il Consiglio Direttivo, qualora lo ritenga necessario, ha facoltà di chiedere al Consorziato in ogni momento l'integrazione documentale che si rendesse necessaria per l’erogazione dei servizi elencati al successivo Titolo Terzo del presente regolamento.
  • La versione vigente dell'allegato (Sub. A) è accessibile in ogni momento ai consorziati tramite accesso on line su sito internet del Consorzio, all’indirizzo www.warrantyconsortium.com

Art. 3 - Servizi erogati
L’impresa ammessa a partecipare al Consorzio può usufruire, previa richiesta scritta, dei servizi forniti dallo stesso.

  • I servizi erogati dal Consorzio potranno essere erogati a titolo gratuito o a titolo oneroso.
  • Il primo utilizzo, in ogni esercizio, dei servizi istituzionali di cui all’art. 4 è titolo gratuito.
  • Le erogazioni, le analisi e le verifiche di cui all’art. 4 del presente regolamento, successive alla prima, saranno fornite a titolo oneroso.
  • I servizi potranno essere erogati direttamente dal Consorzio o avvalendosi dell’utilizzo di aziende interne a esso o terze, e di professionisti esterni al Consorzio.
  • I servizi potranno essere erogati temporaneamente anche ad aziende non associate, ma ritenute in prova ante ingresso. Le modalità ed i costi di erogazione saranno regolamentate da apposito contratto.
  • Il Consorzio si riserva la facoltà di implementare o modificare i servizi forniti, al fine di migliorare l’offerta e/o l’efficienza degli stessi.
  • La rilevazione e l'analisi di ogni servizio sono subordinate alla collaborazione fattiva tra gli uffici dei Consorziati e il Consorzio.
  • La collaborazione attiva tra le parti è requisito indispensabile, poiché rende possibile la conoscenza puntuale dei fenomeni di volta in volta rilevati.
  • Attivazione di convenzioni commerciali per beni e servizi
Art. 4 - Servizi Istituzionali
4.1 Servizio di attribuzione della Classe Unica di Merito (CUM)

Il Sistema Consortile di Gestione per la Qualità, fornisce le indicazioni al Consiglio Direttivo sull’attribuzione della Classe Unica di Merito (CUM) e essa costituisce il c.d. Rating di valutazione.


Scopo del servizio

Con l’attribuzione della CUM, l’impresa Consorziata acquisisce la facoltà di utilizzare i servizi di copertura economica dei rischi sui difetti di fabbrica e sulla durata del prodotto, in base alla CUM assegnata. L’attribuzione della CUM è prioritaria, poiché elemento d’identificazione della possibilità di richiedere la copertura economica. Le attività richieste al Consorziato per l’ottenimento della CUM indirizzano il medesimo a un miglioramento strutturale della gestione del processo della qualità del prodotto o servizio del Consorziato.


Descrizione del servizio erogato

L’identificazione della CUM avviene attraverso:

  • L’estrapolazione di dati statistici interni all’Impresa, riguardanti le contestazioni o le difettosità dei prodotti, il tutto effettuato da professionisti abilitati;
  • L’analisi sulla gestione della qualità e valutazione di conformità alle indicazioni contenute nelle norme della serie UNI EN ISO 9001.

L’attribuzione del valore della CUM determina il costo e il controvalore economico della copertura della garanzia sui difetti di fabbrica e sulla durata del prodotto.


Verifica del servizio erogato

  • La verifica delle azioni correttive effettuate, se previste di cui al successivo art. 4.2, saranno esame propedeutico finalizzato a ottenere l’accesso ai servizi successivi, sia gratuiti sia a pagamento.
  • All’Impresa che ha superato la verifica di cui al precedente punto a), sarà attribuita una CUM, secondo quanto esposto nell’allegato (Sub. B) al presente regolamento.
  • L’allegato (Sub. B) contiene i criteri di calcolo di attribuzione della CUM oltre alle norme di applicazione del servizio di copertura economica denominato “Servizio di Copertura sulla Garanzia dei Prodotti”.

Norme d’attuazione

  • Le norme di applicazione della copertura economica del Servizio di Garanzia dei Prodotti riguardante i rischi sui difetti di fabbrica possono essere riviste a discrezione del Consiglio Direttivo in qualsiasi momento, senza effetto retroattivo in merito a contratti di fornitura già confermati o in fase di preventivo, purché non siano trascorsi oltre 30 giorni dalla data di conferma ordine o di preventivo.
  • Il calcolo del premio è determinato sull’importo riguardante la singola fornitura della quale è richiesta la copertura economica.
  • La CUM attribuita dal Consiglio Direttivo al Consorziato, è sempre migliorabile a titolo oneroso, sottoponendosi alla procedura di verifica, trascorsi almeno 4 mesi dalla precedente attribuzione.

Qualora il Consorziato intenda richiedere l’attribuzione di una nuova CUM, deve fare richiesta scritta al Consiglio Direttivo del Consorzio per la reiterazione delle lettere a), b) del punto 4.1 e delle lettere a), b), c) del punto 5.1 (Verifica del servizio erogato) del presente Regolamento. I criteri di calcolo di attribuzione della CUM sono revisionati ogni 12 mesi, fermo restando la possibilità di essere revisionati a discrezione del Consiglio Direttivo in qualsiasi momento, senza effetto retroattivo in merito a contratti di fornitura già confermati o in fase di preventivo; entro e non oltre 30 giorni dalla data di conferma ordine o di preventivo. La versione vigente dell’allegato (Sub. B) e le sue precedenti sono accessibili in ogni momento ai consorziati tramite accesso on line su sito internet del Consorzio, all’indirizzo www.warrantyconsortium.com


4.2 Verifiche Ispettive sull’esecuzione, difettosità del prodotto, attendibilità e rispetto delle procedure.

Il Servizio di Verifiche Ispettive, compie ispezioni finalizzate a verificare il rispetto delle procedure a capo a ogni singolo componente dell’organigramma o processo aziendale, secondo le direttive impartite dal Consiglio Direttivo; costituisce la valutazione di un processo, di un prodotto e/o di un servizio in conformità a requisiti specifici.
Scopo del servizio
Verificare la corrispondenza delle procedure previste e la loro attuazione, oltre a rappresentare uno dei documenti per la formazione dei giudizi dei valutatori interni o esterni.
Descrizione del servizio erogato
Il Servizio di Verifiche Ispettive fornisce un servizio di:

  • Analisi propedeutica alla valutazione di conformità alle indicazioni contenute nelle norme della serie UNI EN ISO 9001;
  • Analisi propedeutica all’attribuzione della CUM;
  • Stesura di una relazione inerente ai suggerimenti e alle azioni correttive da intraprendere per l’attribuzione della CUM.

Verifica del servizio erogato
La verifica delle azioni correttive effettuate, se previste, saranno esame propedeutico finalizzato a ottenere l’accesso ai servizi successivi, sia gratuiti sia a pagamento.


Norme d’attuazione
Le fasi che caratterizzano il Servizio di Verifiche Ispettive sono riepilogate nell’allegato (Sub B) e sono modificabili a discrezione del Consiglio Direttivo in qualsiasi momento.


4.3 Servizio di Controllo sull’Attendibilità della Qualità del Prodotto e analisi dei fattori di miglioramento.

Il Servizio di Controllo sull’Attendibilità della Qualità del Prodotto viene eseguito al momento dell’ingresso, in modalità non onerosa una tantum. Per la descrizone del servizio si rimanda all’art. 5.2.

strong>Art. 5 - Servizi facoltativi erogati a titolo oneroso.
5.1 Servizio di Copertura sulla Garanzia dei Prodotti

Il Servizio di Copertura sulla Garanzia dei Prodotti è strumento finalizzato alla copertura economica dei rischi su i difetti di fabbrica, prestato a beneficio del Consorziato.


Scopo del servizio

Fornire adeguata copertura economica in caso di danno conseguente a contestazione su difetti di fabbrica; consentendo di fatto al singolo consorziato di sostenere, attraverso il modello mutualistico, la Garanzia rilasciata.

Descrizione del servizio erogato

Attraverso l’attribuzione o la rivalutazione della CUM, da parte del Consiglio Direttivo, avvenuta tramite la valutazione del Sistema Standard di Ponderazione del Rischio, si determina il costo e la durata del Servizio di Copertura sulla Garanzia dei Prodotti.

  • L’attribuzione della CUM determina il costo, la durata e il controvalore economico di copertura della garanzia prestata.
  • La durata, il costo e la quota della copertura economica prestata, sono determinate ad insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo in merito a criteri qualitativi e quantitativi di cui l’allegato (Sub B) al presente regolamento.
Verifica del servizio erogato (in caso di contestazione)
  • Analisi dei fattori che hanno causato la contestazione e/o il difetto.
  • Azioni correttive effettuate per la risoluzione della contestazione e costi derivati.
  • Azioni finalizzate alla rettifica dei processi ritenuti responsabili del difetto.
  • La verifica delle azioni correttive effettuate, sarà esame propedeutico finalizzato a ottenere l’accesso ai servizi successivi, sia gratuiti sia a pagamento.
  • In caso di esito negativo della verifica delle azioni correttive, se il Consorziato intende avvalersi del Servizio di Copertura sulla Garanzia dei Prodotti, si rende necessario continuare a verificare o rivalutare le azioni correttive, a esclusivo onere del Consorziato richiedente.
Norme d’attuazione

Le fasi che caratterizzano il servizio sono riepilogate nell’allegato (Sub. B) e sono modificabili a discrezione del Consiglio Direttivo in qualsiasi momento.

5.2 Servizio di Controllo sull’Attendibilità della Qualità del Prodotto e analisi dei fattori di miglioramento

Il Servizio di Controllo sull’Attendibilità della Qualità del Prodotto, si pone a completamento del Servizio di Verifiche Ispettive, di cui al precedente art. 4.2, poiché fornisce un’analisi delle azioni necessarie al miglioramento del Sistema della Qualità.

Scopo del servizio

Fornire un’analisi approfondita delle azioni necessarie volte al miglioramento del Sistema della Qualità del singolo Consorziato richiedente e verificare l’analisi propedeutica all’attribuzione della CUM svolta all’interno Servizio di Verifiche Ispettive

Descrizione del servizio erogato

Il Servizio di Controllo sull’attendibilità della qualità del prodotto è svolto all’interno del Sistema Consortile di Gestione per la Qualità, tramite un sistema di audit interno del Consorzio, che è terzo nei confronti dei Consorziati Attraverso il suo operato svolge un’attività di:

  • Coordinamento, verifica e assistenza su azioni correttive suggerite dalla relazione cui alle lettere a), b) del punto 4.2 del presente Regolamento;
  • Verifica l’analisi propedeutica all’attribuzione della CUM;
  • Definizione della sequenza delle attività e delle responsabilità associate al processo di monitoraggio della qualità del prodotto delle singole aziende consorziate;
  • Individuazione di possibili aree di miglioramento, proponendo eventuali azioni correttive relative al sistema di gestione della qualità di prodotto, del singolo Consorziato;
  • Verifica il raggiungimento degli obiettivi di qualità, definiti dall’organo amministrativo delle singole aziende consorziate;
  • Verifica il rispetto delle procedure a capo a ogni singolo elemento dell’organigramma o processo aziendale, secondo le direttive impartite dal Consiglio Direttivo;
  • Redige una relazione sulle azioni correttive necessarie e la valutazione dei costi conseguenti per la loro realizzazione.
Verifica del servizio erogato

La verifica delle azioni correttive effettuate, se previste, saranno esame propedeutico finalizzato a ottenere l’accesso ai servizi successivi, sia gratuiti sia a pagamento.

Norme d’attuazione

Le norme di applicazione del Servizio di Controllo sull’attendibilità della qualità del prodotto e analisi dei fattori di miglioramento possono essere riesaminate a discrezione del Consiglio Direttivo in qualsiasi momento.

5.3 Sistema Consortile di Valutazione del Rischio sul Credito Commerciale

Il Sistema Consortile di Valutazione del Rischio sul Credito Commerciale analizza e valuta le informazioni inerenti alla gestione dei crediti commerciali delle aziende consorziate richiedenti. Attraverso questo servizio, le aziende consorziate possono conoscere nuove strategie di gestione del rischio sul credito commerciale.

Scopo del servizio

Trasformare le informazioni commerciali reperite, in strumenti che possano aiutare il Consorziato a prendere decisioni inerenti:

  • la politica del credito commerciale nella gestione aziendale;
  • l'analisi del rischio e la valutazione della Clientela;
  • sviluppo di strategie sulla marginalità rapportata al rischio.
Descrizione del servizio erogato

Il Consorzio attraverso il Sistema Consortile di Valutazione del Rischio sul Credito Commerciale fornisce un servizio di:

  • analisi delle procedure di monitoraggio del rischio sul credito commerciale e delle procedure di preventiva selezione dei clienti nuovi o consolidati;
  • stesura di una relazione suddivisa in due parti:
    1. la prima parte della relazione sarà inerente ai suggerimenti di azioni correttive da intraprendere per una corretta valutazione del Rischio sul credito.
    2. la seconda parte della relazione verterà sull’indicazione di un budget preventivo dei possibili costi concernenti le azioni correttive suggerite.
Verifica del servizio erogato

La verifica delle azioni correttive effettuate, se previste, saranno esame propedeutico finalizzato a ottenere l’accesso ai servizi successivi, sia gratuiti sia a pagamento.

Norme d’attuazione
  • Le fasi che caratterizzano e costituiscono il servizio sono modificabili a discrezione del Consiglio Direttivo in qualsiasi momento.
  • L’analisi e la relazione di cui alle lettere a) e b) del punto 4.3 del presente Regolamento sono rilasciate direttamente al Consorziato richiedente.
5.4 Servizio di analisi delle Informazioni di Mercato

Il Sistema Consortile di analisi delle Informazioni di Mercato, supporta le aziende consorziate, nella gestione delle politiche industriali, investimento e di Marketing. Attraverso questo servizio, le aziende consorziate amplificano la loro capacità di percepire l’andamento dei loro prodotti nel mercato globale.

Potendo, in modo più consapevole, costruire moderni piani di sviluppo tecnico/commerciale; rendendo più performante la loro “vision” del mercato e più profittevole il loro posizionamento strategico.

Scopo del servizio

Il suo utilizzo aiuta le aziende Consorziate a:

  • intercettare e valutare, tendenze di sviluppo o decrescita settoriale;
  • interpretare, a più ampio spettro, le esigenze dei clienti creando nuove opportunità di sviluppo e anticipando, con nuove soluzioni, le richieste del mercato;
  • individuare in modo più ampio eventuali condizioni di esubero o carenza d’offerta di specifici prodotti, che possono determinare le future scelte di investimento;
  • amplificare la possibilità di selezione più accurata dei fornitori e dei nuovi materiali.
Descrizione del servizio erogato

Il Sistema Consortile di analisi delle Informazioni di Mercato integrato dalle informazioni raccolte dal Sistema Consortile di Valutazione del Rischio sul Credito Commerciale, approfondisce la valutazione nella gestione delle politiche industriali, indicando le azioni da intraprendere.

  • Raccoglie e analizza i dati commerciali di settore e dei consorziati, al fine di interpretare le esigenze dei clienti, supportando le decisioni di strategia tecnico-commerciale dei Consorziati.
  • Attua una comparazione competitiva delle informazioni e dei dati raccolti, finalizzata a quantificare le eventuali sovrapproduzioni di beni; indirizza i consorziati verso scelte strategico-produttive più adatte a cogliere le opportunità fornite dal soddisfare le nicchie più profittevoli di mercato.
  • Supporta i Consorziati a ponderare le decisioni inerenti le scelte produttive finalizzate a temperare lo squilibrio tra domanda e offerta.
  • Coordina, verifica e assiste su azioni correttive previste dalla relazione cui alle lettere a), b) del punto 4.3 del presente Regolamento.
  • Redige una relazione in merito alle azioni da intraprendere per una corretta gestione delle politiche industriali, investimento e di Marketing.
Verifica del servizio erogato

La verifica delle azioni correttive effettuate, se previste, saranno esame propedeutico finalizzato a ottenere l’accesso ai servizi successivi, sia gratuiti sia a pagamento.

Norme d’attuazione

Le norme di applicazione e i costi di utilizzo del Sistema Consortile di Tutela e di Controllo delle Informazioni Commerciali sono indicati espressamente nell’allegato (Sub. C), e sono modificabili a discrezione del Consiglio Direttivo in qualsiasi momento.La versione vigente dell’allegato (Sub. C) e le sue precedenti sono accessibili in ogni momento ai Consorziati tramite accesso on line su sito internet del Consorzio, all’indirizzo www.warrantyconsortium.com

5.5 Sistema Consortile di supporto per Cauzioni contrattuali a lungo termine

Strumento Consortile finalizzato al supporto dei consorziati che hanno l’esigenza di impegnarsi, nei confronti dei propri clienti , in cauzioni contrattuali a lungo termine.

Attraverso l'intervento del Consorzio, quale figura terza al rapporto tra l’esecutore e il committente, si stimola la corretta esecuzione del rapporto contrattuale.

Mediante questo servizio, il Consorziato impegna irrevocabilmente il Consorzio a fornire una copertura di carattere economico.

Scopo del servizio

Garantire la regolarità verso i terzi dei depositi cauzionali infruttiferi, posti a copertura economica della buona esecuzione dei contratti tra il Consorziato e i suoi clienti.

Descrizione del servizio erogato

Il Sistema Consortile di supporto per Cauzioni contrattuali a lungo termine, opera attraverso:

  • strumenti ideati per garantire la regolarità, verso i terzi , dei depositi cauzionali, secondo quanto esposto nell’ allegato (Sub. D) al presente regolamento, che contiene i criteri di costo e di attribuzione e le norme di applicazione del servizio.
Norme d’attuazione
  • Le norme di applicazione del Sistema Consortile di supporto per Cauzioni contrattuali a lungo termine, possono essere revisionate a discrezione del Consiglio Direttivo in qualsiasi momento senza effetto retroattivo in merito a contratti di fornitura già confermati o in fase di preventivo, entro e non oltre 30 giorni dalla data di conferma ordine o di preventivo.
  • Il servizio erogato è valido nei limiti previsti, del valore del deposito cauzionale; esso non è valido se non è valida l’obbligazione principale.
  • Il servizio è regolamentato dal Consiglio Direttivo con riferimento ai criteri qualitativi rispondenti di cui l’allegato (Sub. D) al presente Regolamento.
  • L’allegato (Sub. D) nella versione vigente è accessibile in ogni momento ai consorziati tramite accesso on line su sito internet del Consorzio, all’indirizzo www.warrantyconsortium.com
5.6 Servizio di formazione e “training” in materia di cultura d’impresa, destinato agli imprenditori e ai loro dipendenti

Il Servizio di formazione e “training” in materia di cultura d’imprese, fornisce servizi formativi alle aziende Consorziate richiedenti, attraverso l’erogazione di corsi specialistici.

Scopo del servizio

Fornire servizi formativi finalizzati a far crescere la cultura imprenditoriale, al fine di formare gli imprenditori al difficile “mestiere” di fare impresa.

Descrizione del servizio erogato

I sevizi di formazione vengono erogati sottoforma di corsi specialistici e sono accessibili a tutti i componenti dell’organigramma aziendale, dai titolari d’azienda, al management, fino ai lavoratori dipendenti, qualsiasi sia il settore operativo d’appartenenza degli stessi.

I corsi, sotto la guida di docenti esperti e di professionisti specializzati nella singola materia trattata, saranno orientati alla conoscenza degli aspetti caratterizzanti la cultura d'impresa, attraverso la discussione degli aspetti riguardanti:

  • processi d'innovazione;
  • elementi fondamentali del management aziendale;
  • ruoli e funzioni direzionali delle imprese.
Norme d’attuazione
  • Le norme di applicazione e i costi di utilizzo del Servizio di formazione e “training” sono indicati espressamente nell’allegato (Sub. E) e sono modificabili a discrezione del Consiglio Direttivo in qualsiasi momento.
  • Il Consiglio Direttivo provvederà ogni anno a pianificare un programma di formazione, le cui caratteristiche sono riepilogate nell’allegato (Sub. E.).

L’allegato (Sub. E) nella versione vigente è accessibile in ogni momento ai consorziati tramite accesso on line su sito internet del Consorzio, all’indirizzo www.warranticonsortium.com

Art. 6 – Consiglio Direttivo
  • La gestione operativa del Consorzio è affidata al Consiglio Direttivo attualmente costituito da tre membri, di cui almeno due dovranno essere soci del Consorzio.
  • I membri del Consiglio Direttivo rimarranno in carica per il periodo determinato dall’Assemblea dei Soci.
6.1 Funzioni del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo ha il compito di operare al fine di raggiungere gli obiettivi generali e di profitto del Consorzio.


6.2 - Funzionamento del Consiglio Direttivo
  • Le decisioni del Consiglio Direttivo Tecnico Esecutivo potranno essere validamente assunte soltanto con il voto favorevole della maggioranza degli stessi, riuniti anche in audio-video conferenza.
  • Alla riunione del Consiglio Direttivo potranno partecipare, senza diritto di voto, direttori, consulenti tecnici e responsabili amministrativi delle imprese consorziate e/o professionalità esterne al Consorzio, solo su apposita preventiva autorizzazione del Consiglio stesso.
Art. 7 - Spese per la gestione del Consorzio
  • Le spese per la gestione del Consorzio saranno totalmente sopportate dai Consorziati.
  • Le stesse sono conteggiate in conformità a un budget annuale che il Consiglio Direttivo predisporrà entro il mese di novembre dell’anno precedente. I criteri di ripartizione di tale budget previsionale sono concordati tra tutti i soci nel corso di una regolare assemblea. Tale budget conterrà tutte le spese annue da sostenersi per la gestione ordinaria del Consorzio (oneri amministrativi, spese di locazione, spese di struttura ecc.). Entro il mese di dicembre nell’anno in corso, qualora occorrano scostamenti per la copertura dei costi complessivi di gestione del Consorzio, rilevanti rispetto al budget e dovessero necessitare a qualunque titolo, successivi versamenti da parte dei consorziati, sarà convocata a cura del Consiglio Direttivo, apposita assemblea dei Consorziati. Tale assemblea provvederà a determinare i contributi ordinari aggiuntivi a carico dei soci.
  • Nel caso opposto, in cui vi siano stati contributi eccedenti rispetto ai costi preventivati a budget, le quote di ristorno a favore dei soci saranno determinate in sede di chiusura dei conti annuali con apposito stanziamento di nota di credito da emettere nel bilancio dell’esercizio in chiusura, con l’obiettivo di perseguire il pareggio dello stesso, prima delle imposte ove dovute.
  • Nell’assemblea che approva il bilancio di esercizio, sarà reso ai consorziati dal Consiglio Direttivo esatto dettaglio riepilogante il conguaglio della differenza tra la previsione e il consuntivo di spesa, addebitando o accreditando le differenze in maniera proporzionale al versato.
Art. 8 – Responsabilità patrimoniale del Consorzio
  • Il Consorzio agisce in nome proprio per conto di tutte le imprese consorziate, nella forma giuridica del mandato senza rappresentanza; pertanto il Consorzio contrae obbligazioni a proprio nome sia per far fronte alle spese di funzionamento del Consorzio stesso, sia quando assume obbligazioni in nome proprio ma nell’interesse della generalità dei Consorziati.
  • Il Consorzio risponde delle obbligazioni con i terzi con il proprio fondo consortile, in applicazione delle norme del Codice Civile.
Art. 9 – Marchio del Consorzio

Il marchio utilizzato dal Consorzio è di proprietà del Consorzio.

  • E’ dato mandato al Consiglio Direttivo del Consorzio di depositare o utilizzare anche altri marchi o stabilire diverse o nuove destinazioni degli stessi quando ciò sia utile al raggiungimento dei fini Sociali.
  • WCons è proprietaria esclusiva dei marchi di cui al sopra citato punto a).
    1. La partecipazione al Consorzio non comporta né farà sorgere alcuna modifica ai diritti di proprietà e di esclusiva sui marchi distintivi dello stesso.
    2. WCons riconosce agli associati il diritto di usare i marchi.
    3. L’associato utilizzerà i marchi secondo istruzioni ricevute dal Consorzio. L’associato non utilizzerà direttamente od indirettamente alcun marchio o denominazione di commercio o di servizio, sito o indirizzo internet o disegno che possa essere confuso con i marchi o trarre in inganno il pubblico.
    4. I marchi non potranno essere utilizzati come parte della ditta, ragione sociale o denominazione sociale sotto cui è condotta l’attività dell’Associato, senza la preventiva approvazione scritta di WCons. Senza tale approvazione nessuna società controllata o collegata all’Associato o ai suoi proprietari potrà parimente utilizzare i marchi.
    5. Qualora WCons decida di modificare o di interrompere l’uso di un marchio, l’associato, su richiesta della stessa, dovrà tempestivamente modificare o cessarne l’uso.
    6. L’associato farà il possibile per tutelare i diritti di proprietà intellettuale della WCons, rendendo immediatamente edotta WCons di qualsiasi uso indebito dei marchi e cooperando alla loro tutela.
  • A seguito dell’uscita dal Consorzio WCons, l’associato dovrà immediatamente cessare a sua cura e spese ogni ulteriore utilizzo dei marchi. Successivamente l’associato non dovrà utilizzare né direttamente né indirettamente i marchi, in modo tale da generare confusione o errore con i marchi o trarre in inganno il pubblico.
  • L’associato non assumerà, direttamente o indirettamente, alcuna iniziativa, intesa a registrare i marchi in suo favore o in favore di terzi.
  • L’associato rimborserà ad WCons tutti gli oneri e le spese ragionevolmente sostenuti a seguito di azioni legali promosse per ottenere dall’associato l’adempimento agli obblighi assunti ai sensi del presente Art. 9.
Art. 10 – Obblighi dei consorziati e criteri di permanenza e recesso

II rispetto dello Statuto, del presente Regolamento con i relativi allegati e dei rapporti sociali ed economici tra Consorzio e aziende consorziate è indispensabile per il mantenimento e la permanenza nel Consorzio.

Al fine di verificare la sussistenza dei requisiti richiesti, le aziende aderenti si impegnano:

  • a comunicare al Consorzio, entro 30 giorni, eventuali modifiche sopravvenute, con riferimento particolare alle seguenti variazioni:
    1. anagrafiche;
    2. assetto societario;
    3. composizione del Consiglio di Amministrazione;
    4. organigramma aziendale;
    5. sedi legali ed operative;
  • a fornire copia del bilancio d'esercizio approvato, entro 30 giorni dalla data di approvazione dello stesso;
  • a ottemperare con puntualità agli obblighi di contribuzione; in quanto l’erogazione dei servizi di cui di cui all’artt. 4 e 5 del Regolamento e la liquidazione delle somme dovute a titolo di copertura economica, saranno effettuate solo dopo la verifica della regolarità contributiva dei Consorziati richiedenti Il mancato pagamento del premio e/o dei contributi dovuti al Consorzio, nei termini previsti dallo stesso, determina la perdita del diritto alla copertura economica e la perdita della possibilità di usufruire dei servizi erogati dal Consorzio.
  • a consentire l’accesso in ogni locale e stabilimento, al personale incaricato dal Consorzio, per tutti i controlli previsti dal presente Regolamento, o necessari all’attuazione degli scopi sociali del Consorzio, nel clima di più ampia e fattiva collaborazione, finalizzata all’ottimizzazione del lavoro del Consorzio.

Per quanto concerne il recesso del Consorziato è regolamentato ai sensi dell’ artt. 7 e 9 dello Statuto di Consorzio.

Tutte le spese che il Consorzio dovrà sostenere per formalizzare il recesso, saranno a totale carico del recedente, al quale verranno addebitate.


Art. 11 – Clausola di salvaguardia

Il Consiglio Direttivo può introdurre misure restrittive temporanee all’applicazione e/o all’erogazione dei servizi di cui all’artt. 4 e 5 del Regolamento, solo ed esclusivamente nei seguenti casi:

  • in cui vi sia un eccessivo disavanzo tra il capitale del Consorzio, complessivamente posto a garanzia dei servizi erogati e la richiesta da parte del Consorziato di ricevere il valore economico oggetto della garanzia;
  • in cui tale disavanzo possa danneggiare significativamente l’attività consortile e/o l’equilibrio finanziario;
  • in cui può essere richiesto su principio cautelativo. Anche quando è necessario un intervento urgente a fronte di un possibile pericolo per l’attività consortile derivante da un eccessivo disavanzo.

Nel caso in cui si renda necessario l’applicazione della clausola di salvaguardia, comunque il diritto maturato dal Consorziato si conserva.


Art. 12 – Obbligo di vigilanza

E’ dato mandato al Consiglio Direttivo del Consorzio di vigilare sul rispetto del presente regolamento ed in particolare:

  • Applicazione delle condizioni di regolare lo svolgimento dei servizi;
  • Rispetto dei punti e delle norme relative agli artt. 2,2.1, 2.2, 2.3, 4, 5, 6, 7, 8, 9,10, 11,12, 13, 14, 15;
  • Regolare pagamento delle competenze del Consorzio.

Art. 13 – Sistema sanzionatorio

Qualora venga a mancare il rispetto del presente regolamento, ed in particolar modo degli obblighi inerenti all’art. 10 dello stesso, è previsto un meccanismo sanzionatorio che integra lo Statuto, corrispondente alla gravità dell’infrazione e alla buona fede del comportamento.

Tale meccanismo si suddivide in quattro fasi:

  • 1° infrazione: richiamo verbale
  • 2° infrazione: richiamo scritto
  • 3° infrazione: sanzione pecuniaria di euro 2.500,00 (duemilacinquecento/00)
  • 4° infrazione: proposta all’Assemblea dei Soci di esclusione dai servizi del Consorzio
Art. 14 - Modifica ed integrazioni del regolamento

Il presente regolamento ed i relativi allegati potranno essere modificati e o integrati in tutto o in parte, mediante delibera del Consiglio Direttivo ai sensi dell’artt. 20 e 25 dello Statuto di Consorzio.

Il Consiglio Direttivo comunque, potrà emanare circolari esplicative in tutti quei casi in cui si potranno verificare necessità di carattere interpretativo.


Art. 15 – Disposizioni in materia di protezione dei dati personali; Informativa ex art. 13, D.Lgs. 30 giugno 2003 n.196

Il Consorzio in qualità di Titolare del trattamento dei dati personali dei Consorziati, agisce nel pieno rispetto della normativa vigente e dei regolamenti di attuazione in materia di tutela dei dati personali.

I dati comunicati al Consorzio, sia all’atto di adesione che in occasione di specifiche richieste, saranno trattati con modalità sia automatizzate sia non automatizzate, compatibili con le finalità per cui sono stati raccolti, nel rispetto delle regole di riservatezza e di sicurezza previste dalla normativa vigente.


Art. 16 – Mediazione

Qualsiasi controversia che dovesse insorgere tra le parti in ordine all’interpretazione, validità, efficacia, esecuzione e risoluzione del presente contratto e degli atti che ne costituiscono esecuzione, compresa ogni ragione di danni, sarà sottoposta a mediazione secondo le previsioni del Dlgs. 28/2010 e secondo le previsione del Regolamento della Camera Arbitrale e di Conciliazione della Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano, qui richiamato integralmente e che avrà valore prevalente su ogni altra e diversa pattuizione eventualmente stipulata tra le parti e/o contenuta in norme di legge. Le parti si obbligano a ricorrere alla conciliazione prima di iniziare qualsiasi procedimento arbitrale o giudiziale.


Art. 17 – Rinvio alle disposizioni di legge

Per quanto non espressamente disciplinato da questo Regolamento si rimanda a quanto precedentemente stabilito fra i Consorziati, allo Statuto e in mancanza, al Codice Civile e più in generale, alle disposizioni di legge.


Art. 18 – Foro

Nel caso in cui la mediazione, di cui al precedente Art. 16, abbia esito negativo, e quindi in caso di qualsiasi procedimento arbitrale o giudiziale, sarà esclusivamente competente il Tribunale di Monza.




Entra a far parte di WCons!

Se condividi le nostre idee e aspiri a diventare una delle aziende consorziate a WCons, puoi farne richiesta.